Sei qui: Home Programma 2011 Ospiti 2011 Iaia Caputo

Iaia Caputo PDF Stampa E-mail

 

Iaia Caputo – Le donne non invecchiano mai

Come si invecchia in una società cullata nel mito dell'eterna giovinezza? E le donne, come invecchiano nell'età della chirurgia estetica, delle creme anti-age e del lifting di massa? Tra i tanti diritti acquisiti che sono stati rimessi in discussione in questi anni, non staremo per caso perdendo anche il diritto di invecchiare in pace, di lasciarci alle spalle con serenità gli splendori del tempo che fu? Tutto è cambiato rispetto al recente passato. Per la prima volta nella storia, quella che un tempo era la "terza età" è diventata un'età di progetti, impegni, passioni, slanci. Una stagione della vita con lo sguardo rivolto a ciò che si può ancora realizzare anziché soltanto a quello che ci si è lasciati alle spalle. Eppure questa nuova libertà genera anche nuove forme di disorientamento e insicurezza, nuove paure sconosciute alle generazioni precedenti. Come se improvvisamente, soprattutto per le donne, fosse diventato "vietato invecchiare" in una società dove il vecchio è accettato solo se fa finta di essere giovane.

Iaia Caputo è nata a Napoli e vive a Milano. Classe 1960, giornalista ed editor, si è da sempre occupata della mente e del cuore delle donne, cercando di indagare e sviscerare ciò che le rende diverse dagli uomini, sia nel modo di sentire, sia di pensare o agire. E’ combattiva e da brava ex femminista e sessantottina, cerca di affrontare i grandi temi sociali partendo dalla sua propria esperienza e allargando la visuale fino a toccare storie di altre donne.

A lungo giornalista, ha tenuto la rubrica di libri per “Marie Claire” e per “Flair” dal 2001 al 2006. Ha scritto per “Il Diario” e attualmente per “D di Repubblica”. Ha pubblicato i saggi Conversazioni di fine secolo (La Tartaruga 1995), Mai devi dire. Indagine sull’incesto (Corbaccio 1996), Di cosa parlano le donne quando parlano d’amore (Corbaccio 2001), e il romanzo Dimmi ancora una parola (Guanda).